Ipertermia Perugia

Ipertermia

Che cos'è l'ipertermia

L'ipertermia è una tecnica terapeutica è fondata sull'aumento termico per fini curativi di precise porzioni del corpo, evitando che le parti circostanti subiscano variazioni di temperatura. La temperatura e le sue alterazioni hanno un ruolo fondamentale nella medicina sportiva, che da sempre interviene sugli infortuni raffreddando o riscaldando la porzione del muscolo o l'articolazione interessate dal trauma.

La fase iniziale e più acuta prevede l'applicazione del ghiaccio, utile a bloccare il processo doloroso ed infiammatorio. Il calore, invece, interviene successivamente, quando diviene opportuno incrementare la circolazione sanguigna per favorire il recupero.

Qualsiasi muscolo o tendine rimanga dolente in fase cronica, e quindi successiva all'evento traumatico, non deve essere mai curato con il ghiaccio, pena l'arresto del processo riparativo. Ne consegue che il ghiaccio ed il freddo hanno il potere di arrecare sollievo durante la fase acuta, il calore cura invece la lesione nella fase post traumatica. È stato teorizzato che per ottenere benefici evidenti è necessario raggiungere una temperatura tissutale di 45 gradi. Tuttavia, questa temperatura non deve riguardare gli strati esterni, ma deve riferirsi unicamente a quelli interni.

I complessi macchinari per l'ipertermia di cui è dotato il mediVILLAGE centro medico fisioterapico Pantalla di Todi irradiano l'energia necessaria ad innescare il processo riparativo, attraverso un generatore che emette onde elettromagnetiche della frequenza idonea. Contemporaneamente, la strumentazione in dotazione del centro si avvale di una fonte termica utile al raffreddamento degli strati superficiali, altrimenti esposti al rischio di ustioni. La termoregolazione è controllata da un sistema preposto, che assume un valore fondamentale.

Naturalmente, la formazione dell'operatore e l'esperienza accumulata nel settore, sono imprescindibili per la buona riuscita di una terapia che consta di parecchi parametri e che espone il paziente a potenti fonti di energia termica.

I principali effetti dell'ipertermia sull'organismo umano

Come anticipato, l'ipertermia agisce sulla parte danneggiata attraverso la trasmissione di calore, che viene innescato in un punto preciso del corpo attraverso speciali onde elettromagnetiche.

L'ipertermia è in grado di velocizzare sensibilmente il processo di riparazione dei tessuti deteriorati, raggiungendo livelli di successo pari al 50%. Essa è ritenuta una terapia coadiuvante di grande utilità, soprattutto se inserita in un trattamento a più ampio raggio.

Prima di ricorrere all'ipertermia, è necessario definire con precisione la patologia esistente e capire se questa è reversibile o meno.

Generalmente, l'ipertermia è consigliata in ambito ortopedico, nel periodo che segue il fisiologico stop forzato causato dall'infortunio. È necessario associare la terapia ad un graduale ritorno alle attività normali, ma è altrettanto importante evitare di forzare la zona interessata dal trauma lesivo o contusivo, pena un allungamento dei tempi necessari al recupero.

I campi d'applicazione dell'ipertermia

L'ipertermia può rappresentare un valido coadiuvante delle cure tese al recupero dagli infortuni muscolari, tendinei, osteo cartilaginei e dalle borsiti.

Fra le patologie muscolari che l'ipertermia può risolvere figurano:

  • contratture
  • stiramenti
  • miositi (malattie che provocano l'infiammazione del tessuto muscolare striato).

Fra le patologie tendinee curabili con l'ipertermia risultano:

  • tendiniti
  • tendinosi
  • tendinopatie inserzionali (l'infiammazione della giuntura fra il tendine e l'osso)
  • tenosinoviti (l'infiammazione della guaina sinoviale).

Fra i traumi osteo cartilaginei sono molti gli infortuni cui poter porre rimedio attraverso l'impiego dell'ipertermia. Fra questi:

  • distorsioni
  • periostiti (l'infiammazione del tessuto esterno che riveste le ossa).

L'ipertermia ha mostrato un particolare successo nel trattamento delle borsiti, processi infiammatori che interessano la borsa sierosa (contenente liquido sinoviale) delle articolazioni.

DOMANDE? DUBBI? POSSIAMO AIUTARTI, CONTATTACI!