Tecarterapia Perugia

Tecarterapia

Che cos'è la tecarterapia 

La tecarterapia è una delle nuove frontiere della fisioterapia, nonché una svolta nell'universo delle cure non chirurgiche dei traumi muscolari, ossei ed articolari. Ancora all'avanguardia tra le terapie esistenti, mediVILLAGE è uno dei pochi centri dove è possibile trovarla.

La tecarterapia, la cui parte iniziale del nome è l'acronimo di "trasferimento energetico capacitivo resistivo", è una tecnica medica capace di stimolare la produzione di energia nei tessuti biologici, mirata alla riattivazione e all'intensificazione dei naturali processi antinfiammatori.

Con l'avanzare dell'età e l'avvicendarsi delle patologie riguardanti i tessuti molli o quelli osteo articolari, i processi riparativi rallentano e tendono a sanare il danno in maniera meno sollecita rispetto al passato.

La tecarterapia interviene per riattivare i processi di riparazione e lo fa attraverso il richiamo dell'energia prodotta dalle cariche elettriche ed il suo trasferimento ai tessuti danneggiati. Se molte altre cure terapeutiche moderne agiscono trasferendo energia dall'esterno verso l'interno dell'organismo (radar, magnetoterapia etc..), la tecarterapia opera condensando in uno o più punti l'energia naturalmente presente nel corpo.

Essa agisce attraverso un elettrodo collegato ad un generatore con frequenza pari a 0,485 MegaHertz, che finora è l'intensità che ha dato maggiori risultati durante i test. La zona del corpo sotto terapia è interessata da un flusso anomalo di cariche elettriche, con una conseguente attivazione metabolica dei tessuti ed un effetto termico indotto. Il metodo descritto è salvaguardato da un brevetto riconosciuto a livello internazionale, che tutela il Tecar dalle tante metodologie simili ma non del tutto analoghe.

Effetti della tecarterapia sull'organismo umano

Il primo ambito di applicazione della tecarterapia è quello sportivo, nel quale ha mostrato di poter accelerare sensibilmente i tempi di recupero da un infortunio e la ripresa dell'attività agonistica.

L'azione di questa terapia prevede due funzionalità separate: quella resistiva e quella capacitiva.

La prima agisce direttamente sui tessuti ad elevata densità, quali cartilagini, ossa, tendini, legamenti; la seconda interviene sui tessuti molli e più idratati, quali i muscoli, i vasi linfatici e quelli sanguigni.

La tecarterapia, in primo luogo, attiva la microcircolazione ed aumenta la vasodilatazione, in seguito incrementa la temperatura della zona sottoposta a terapia.

E' anche particolarmente efficace nella cura delle lesioni muscolari e dei traumi distorsivi. Queste due condizioni bisognano di un aumento dell'ATP e parallelamente dell'attività metabolica, deputati a migliorare e velocizzare la riparazione dei tessuti deteriorati. La tecarterapia agisce esattamente in tal modo, migliorando anche la circolazione attraverso la vasodilatazione indotta dal calore. Le controindicazioni e gli effetti collaterali sono quasi nulli e ciò consente di accompagnarla con altre terapie.

Quali patologie la Tecar è in grado di risolvere

La tecarterapia ha numerosissime applicazioni terapeutiche fra cui: artropatie infiammatorie (reumatismi ed infiammazioni croniche e potenzialmente degenerative), capsulite adesiva (anche nota come spalla congelata, è una degenerazione dei tessuti che causa la perdita parziale o totale di mobilità della spalla), cervicalgia, fascite plantare, lombosciatalgia, lesioni traumatiche acute, fratture scomposte ed i loro postumi, pubalgia, sindrome del tunnel carpale, tendinopatia della cuffia dei rotatori, tendiniti.

La tecarterapia ha mostrato grande utilità soprattutto quando inserita nei programmi di riabilitazione post chirurgici, durante i quali è spesso risultata decisiva nell'accorciare il periodo contraddistinto dal dolore acuto.

DOMANDE? DUBBI? POSSIAMO AIUTARTI, CONTATTACI!